La partecipazione culturale è riconosciuta come un diritto fondamentale a livello internazionale. La Convenzione di Faro sottolinea l’importanza di coinvolgere la società nella gestione del patrimonio culturale e invita le autorità a promuovere la partecipazione culturale.

Ma come possiamo promuovere metodologie e pratiche che supportino la partecipazione? Quali competenze sono necessarie?

Per noi di Melting Pro, migliorare le competenze di facilitazione è cruciale.
Antonia Silvaggi, responsabile dell’Area Competenze e Sviluppo Organizzativo, come membro della community Never Done Before, fondata da Myriam Hadnes di
workshops.work, grazie al progetto B.Cool! Take part, ha approfondito nuove tecniche di facilitazione e riflettuto sul significato di “partecipare”.

Tante riflessioni e nuove consapevolezze acquisite! Antonia le riassume in quattro punti fondamentali:

Partecipare attivamente a una comunità di pratica, l’apprendimento che se ne ricava è paragonabile ad un master.

Comprendere e rispettare i diversi stili di apprendimento, come descritto dal Kolb Learning Cycle, per creare ambienti inclusivi.

Puntare all’intelligenza collettiva, dando spazio alle voci discordanti, creando un senso di sicurezza psicologica.

Promuovere un ambiente libero e sicuro dove le persone si sentano serene ad esprimere i propri pensieri e opinioni senza timore di negatività o ritorsioni.

Come sottolinea Myriam Hadnes: “Non possiamo cambiare i partecipanti, ma possiamo creare un contesto in cui possano esprimere al meglio le loro potenzialità.

Ringraziamo tutta la community di Never Done Before!

La nostra missione è aumentare l’impatto nel campo culturale e garantire alti standard di qualità nella formazione non formale per adulti, promuovendo un cambiamento consapevole attraverso la facilitazione, l’engagement, l’empowerment e la sostenibilità.

Scopri di più sul progetto B.COOL! qui e seguici per scoprire le esperienze del resto del team.