enit
Pubblici della cultura, come capirli e relazionarsi
#CULTURA

Insieme alla crisi globale causata dalla pandemia di Covid19, il 2020 si è rivelato un periodo decisivo per le organizzazioni e gli spazi culturali

Il nuovo scenario ha accelerato una fertile dimostrazione di creatività, immaginazione e adattabilità necessarie a tenere vivo il legame con il pubblico

Le strategie e i principi che guidano l’Audience Development devono ora ripartire da un compito fondamentale: ripristinare il rapporto di fiducia con le persone, affinché si sentano sicure e a proprio agio nell’esperienza che gli viene proposta.

Come può, il settore culturale, tornare a essere presente e rilevante per il pubblico, in un contesto in cui c’è una grande pluralità di atteggiamenti, sensibilità e conoscenza?

LA CHIAVE È NEI DATI.

I dati e le informazioni che si raccolgono, in maniera sistematica, raccontano cosa sta succedendo attorno a noi e ci consentono di essere a contatto con la realtà, essere pronti ad agire quando serve e ad accogliere tempestivamente i cambiamenti.

Avere resilienza e adattabilità al contesto – concetti reiterati a varie voci nella crisi che attraversiamo – significa saper nutrire e dimostrare interesse nei confronti della propria comunità, capire cosa muove le persone ad agire, cosa gli interessa e perché. Per fare questo è fondamentale raccogliere informazioni sulle nuove abitudini in modo da offrire esperienze che tengano in considerazione il momento contingente e propongano soluzioni alternative e creative.

L’impegno dell’Area Partecipazione e Sviluppo delle Organizzazioni è aiutare le imprese e gli operatori culturali a crescere in questa direzione, che è anche quella della sostenibilità e dell’innovazione.

Qui puoi scoprire alcuni dei servizi con cui iniziare, fin da subito e a piccoli passi, il cammino della trasformazione.

Patrizia B.
Responsabile Area Partecipazione e Sviluppo delle Organizzazioni

Prossimo
Rigenerazione creativa attraverso l'arte
#RIGENERAZIONE