La rete ADA insieme ai cittadini di Asti per rilanciare il territorio

Un percorso iniziato 2 anni fa. 13 realtà culturali e sociali hanno deciso di aprirsi al cambiamento mettendo in discussione le proprie organizzazioni. La sfida: fare della cultura un collante sociale in grado di dare dinamismo alla città di Asti, collocando al centro i suoi cittadini.

Melting Pro ha accompagnato sin dall’inizio il network di ADA in questo percorso di crescita.

Il debutto tanto atteso è avvenuto in un periodo storico di emergenza. La sfida è raddoppiata, un cambiamento imminente legato alla pandemia mondiale ha costretto i componenti della Rete a rivedere le modalità di presentazione al pubblico.

Così, in un momento critico la forza della Rete si è imposta grazie all’unione e allo scambio di idee. Un cenno di futuro in un presente stravolto che ha portato a reinventarsi.

Sono emersi con forza i caratteri determinanti di un lavoro di gruppo suggerendo l’immagine di una Rete in ascolto, vigile e attenta ma non pressante. Dinamica ma non fagocitante. Una comunità allargata, fatta di tante voci e tante mani, quelle dei suoi 13 partner mescolate a quelle del suo pubblico.

ADA oggi lancia un appello che noi vogliamo condividere.

“Questo tempo strano ci pone di fronte al cambiamento.  Volete provare a immaginare insieme a noi il futuro, in una lista ideale? Raccontateci, con parole o disegni, citazioni, fumetti, testi di canzoni, poesie, cosa vorreste trovare al termine di questo strano periodo.

Potete scriverci una mail, commentare sui social o scriverci un messaggio privato.

Vorremmo quindi raccogliere i vostri e i nostri pensieri, desideri e sogni che, uniti alla creatività, si trasformeranno in un “diario del futuro” che potrete trovare sulla pagina Facebook @Ada Community Culturale, una pagina al giorno, scritta insieme. Ripartiremo da qui, insieme a voi.”

L’iniziativa ha come maggior sostenitore la Compagnia di San Paolo e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Asti e della Fondazione Piemonte dal Vivo.

Tutte le info sul progetto qui

Illustrazione di @Gabriele Sanzo della Scuola del Fumetto del Comune di Asti