Post Image

“L’ascolto è la nostra tecnologia di base”.

Joe Lambert

Dall’indagine condotta sui pubblici dei musei  italiani durante il lockdown di Solima e Cicerchia della DG Musei,  il 95% circa degli intervistati conserva un ricordo speciale di un museo visitato di  persona nel corso dell’ultimo anno. Ben Walmsley, Direttore del Centre  for Cultural Value di Leeds, rivela i primi risultati  della loro ricerca dell’impatto del COVID-19 nel settore Culturale, ribadendo l’importanza della collaborazione, delle competenze soft e del «prendersi cura».

Da questa e da altre riflessioni nasce l’intervento Emozioni, storytelling e strategie di coinvolgimento della nostra Antonia Silvaggi, responsabile dell’Area Competenze per la cultura ed esperta di musei e pubblici, alla 6° edizione di Musei Emotivi organizzata da Nemech.

La sessione si focalizzerà sulla forza delle storie nei processi di community building e sull’importanza della conoscenza di tecniche di storytelling come competenze del futuro. Lo storytelling ha il potenziale di generare una discussione profonda e strategica atta a mobilitare l’azione civica, permette di indagare il livello di soddisfazione e analizzare i fabbisogni dei beneficiari. In generale, il processo di creazione collettiva di storie e le stesse storie sono strumenti efficaci per generare un “cambiamento” nei vari contesti di utilizzo.

L’appuntamento è dal 15 al 18 settembre 2021 presso il Museo Galileo di Firenze e online.

Le iscrizioni sono aperte fino al 15 agosto 2021.

Leggi il programma completo qui

Segui tutti gli aggiornamento sull’evento Facebook e su Twitter

#museiemotivi

Hanno scelto questo servizio

Scopri anche
Benvenuti Olga e Sammy!