Post Image

Never stop learning!

L’aggiornamento continuo è molto importante per il team MeP. Giovedì 6 giugno si è svolto il MeP Skill Day: un’intera giornata dedicata alla formazione interna e al team building.

Ospiti nel bellissimo spazio di Associazione Amka, abbiamo condiviso le competenze acquisite durante le mobilità del progetto europeo “B.Cool! Take part” e le conoscenze apprese sul campo durante l’ultimo anno di attività, con un focus speciale sulle tecniche di facilitazione e sul lavoro collaborativo, temi centrali per tutte le nostre attività.

Tante le tematiche approfondite: innovazione ecologica e sostenibilità per il settore culturale; design thinking, graphic facilitation; self assessment e bilancio delle competenze.

Ad aprire la giornata un ice breaking guidato da Silvia con l’utilizzo di tecniche teatrali; durante la prima sessione Patrizia e Francesca ci hanno aggiornate sugli standard per il green e l’ambiente – approfonditi durante la mobilità “B.Cool! Take part” presso Encat Academy, nell’Île-de-France –  tematiche chiave e sempre più urgenti anche nel panorama artistico-culturale. Tramite un’analisi del contesto e dei criteri ESG (ambientali, sociali e di governance), ne abbiamo esplorato l’importanza e le applicazioni pratiche, per poi passare a una fase laboratoriale in cui abbiamo integrato questi criteri nelle pratiche quotidiane di progettazione, identificando i principali criteri specifici per i singoli progetti e attività.

Barbara, esperta di parametri e definizioni regionali e italiani per le competenze lavorative, ci ha supportate nella costruzione della nostra Biografia Cognitiva: attraverso alcune schede di autoanalisi del “sapere”, “saper essere” e “saper fare” (le tre distinte componenti della conoscenza) e con una “scheda di risultato”, abbiamo scandagliato tutte le competenze significative e potenziali per ognuna di noi e come poterle mettere a frutto all’interno del contesto MeP.

Ci siamo poi dedicate a una sessione di design thinking. Giulia e Antonia ci hanno proposto un esercizio realistico di ascolto attivo, uno degli strumenti utilizzati nella metodologia ACED (Audience Centred Experience Design). Claudia Cavalieri, direttrice della Fondazione Pastificio Cerere, si è prestata alla simulazione partecipando a una intervista empatica. 

Abbiamo elaborato delle proposte pratiche sulla base delle sue parole, per andare incontro ai suoi bisogni, desideri e necessità e progettare dei servizi culturali ad hoc.

Last but not least, Athena ha introdotto le basi della facilitazione grafica (apprese durante la sua mobilità B.Cool! a Bucarest) uno strumento di lavoro che permette di utilizzare il linguaggio visivo per descrivere e illustrare le idee di un workshop, di un evento o di una lezione in modo più immediato e coinvolgente. 

Una giornata divertente, ricca di connessioni ed emozioni!. Abbiamo imparato tanto e sperimentato insieme nuove metodologie.

A presto con il prossimo Mep Skill Day!

Scopri di più sul progetto B.Cool! qui

Scopri anche
Sviluppo dei pubblici: 9 seminari online